Monday, September 29, 2014

Painting of the week: Mariana in the South


Non è un caso che questo autore sia già stato protagonista di questa rubrica, ma l'irresistibile fascino che le sue opere continuano ad esercitare su di me, m' impone di proporne nuovamente una.
Protagonista di questo dipinto del 1897, uno dei più significativi di "Misura per Misura", opera problematica di William Shakespeare, in cui Mariana, giovane promessa sposa di Angelo, viene abbandonata a causa dello smarrimento della sua dote. Quest'ultimo, chiamato a fare le veci del duca di Vienna è in realtà un uomo scostante e degenere, disposto a qualunque cosa pur di assecondare i suoi vizi. Ciò che è rappresentato nel dipinto infatti, altro non è che un forte stato di angoscia per il ripudio subito, diversamente da quanti lo identifichino invece con la raffigurazione della vanità, che la fanciulla inanzi allo specchio sembra voler incarnare. Il suo volto, osservandolo con attenzione, non appare affatto compiaciuto o sereno; piuttosto, l'espressione della giovane è triste e tormentato. Sul pavimento e alla base dello specchio giacciono le lettere d'amore scambiate con Angelo, come a simboleggiare la rassegnazione della donna, il crollare delle sue speranze.
Mariana è cosciente della sua bellezza, ma dinanzi allo specchio si chiede se questa non sia vana se non è utile al suo amato. L'angoscia insopportabile e la solitudine sono motivo portante di questo dipinto, per un amore che non può più attuarsi. La luce che fuoriesce dalla porta sembra invocarla se pur da lontano, ma essa è ancorata alla sua passione e rifiutandone la percezione, rimane all'ombra dello specchio, nella guastata attesa di un qualcosa che non le verrà mai più restituito.  

Pin It!

Saturday, September 27, 2014

Today's character: Taylor Tomasi Hill


Capelli rosso fiammante e una carnagione degna di una dea. Non è solo la fisicità di questa icona di stile ad impressionare fotografi e riviste di tutto il mondo. La sua particolarità si esprime attraverso un modo di indossare capi già di per se complicati, con gusto, raffinatezza e grande disinvoltura,  come se questo gesto le appartenesse da sempre.
L'ex direttore creativo di uno dei maggiori Luxury shop del web, Moda Operandi che è nota a tutti per le sue straordinarie performance di stile, oggi ha investito in un progetto diverso, che coinvolge in ogni caso la sfera dell'estetica e del buongusto. A New York infatti, Taylor ha fondato una sorta di laboratorio in cui progetta e realizza decorazioni floreali per eventi prestigiosi e privati.
Il TTH blooms, letteralmente "I Fiori di Taylor Tomasi Hill" nasce da un momento di ricerca interiore, in cui il profumo dei fiori e delle piante, l'hanno condotta ad una nuova strada, per godere del fascino e condividere con gli altri la passione per una nuova forma d'arte, una gioia per gli occhi di chi osserva, come lei stessa afferma.
Si parla spesso all'interno del fashion system, di maison e stilisti ispirano le proprie collezioni al mondo della natura.
Il personaggio di oggi invece, ci dimostra come sia possibile fare l'esatto contrario: riuscire cioè a costruire le composizioni floreali sulla base di un'ispirazione localizzata proprio nei colori, nelle stampe e nelle geometrie delle catwalk mondiali.
Così un bouquet ha come modello un delicato abito di Balenciaga e un vaso di fiori assume la struttura di un modello di Cèline. Non c'è da stupirsi che l'icona di stile abbia scelto un mondo tanto leggiadro, un habitat che a colpo d'occhio sembra accoglierla armoniosamente. 

Pin It!

Monday, September 22, 2014

Retrò & flowers


So che molti di voi mi prenderanno per matta, ma non m'importa. 
Pur non avendone bisogno, sin da piccola ho sempre trovato molto affascinanti gli occhiali da vista, perché alcunni modelli conferiscono al volto un'aria completamente diversa, come se si potesse giocare a cambiare personalità in un batter d'occhio, proprio come faceva Clark Kent.
Gli occhiali da "gatta" poi, sono sempre stati tra i miei modelli preferiti ed è per questo che ho scelto di ordinarne un paio per vedere che effetto potessero farmi. Questi ad effetto legno di Firmoo, sono molto comodi e leggeri e rappresentano perfettamente ciò che cercavo. Con un abito a fiori, una collana artigianale in pizzo macramè con cammeo e un pò di kajal il gioco è fatto. Pronta per un look da gatta (prèmaman). Come vi ho già detto tante volte, sperimentare su se stessi e anche sul proprio viso, non prendersi troppo sul serio e cambiare spesso è una delle chiavi migliori per non cadere nella monotonìa e non annoiarsi mai, neanche nelle situazioni in cui molti preferirebbero non sperimentare affatto. Evviva le diversità!

Pin It!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...