Skip to main content

Grazia.it - Blogger we want you


















Mi sembra di essere in corsa per una campagna elettorale. Eppure non sono una che ama pubblicizzarsi troppo. 
Pertanto, non cercherò di convincervi elencando esaltanti motivi per i quali dovreste votarmi. Piuttosto mi rimetto al vostro giudizio cari lettori, che ormai da tre anni mi sostenete e arricchite con i vostri preziosi interventi. Come sapete bene, Daddy's neatness non è un blog come gli altri, non si propone un aggiornamento dalla frequenza isterica, nè di parlare sempre e solo dei conclamati outfits e trends. Quello che è importante per me, come già sapete è lo stretto legame con il tempo, la ricercatezza dei contenuti,  la tradizione. Perciò posso definirmi una blogger "conservatrice" legata alla alla classicità e allo stile sartoriale.
La sezione di Grazia.it che preferisco, è senz'altro quella che riguarda gli street style (http://www.grazia.it/moda/streetstyle) ; amo osservare il modo di vestire delle persone ed ammirare le diversità che compongono il loro stile e di conseguenza la loro personalità. La possibilità di poterle osservare e discuterne i costumi, mi ha dato l'idea di creare uno spazio tutto mio sul web. Ma non è tutto.
Aprire un blog è un po' come un gioco all'inizio. 
Una sorta di specchio di se stessi che riflette sulla blogosfera quello che siamo, quello che vorremmo essere, ciò che più desideriamo al mondo. Un modo per dare spazio e voce al proprio ego, troppo spesso sepolto dalla routine e dalla banalità delle cose, automatiche e scontate.
Col tempo, però, la stesura di questo diario virtuale, diventa una questione seria. Ci si affeziona ad esso come fosse una propria creatura da nutrire e arricchire con nuove esperienze.
Il confronto con le persone che apprezzano ciò che scrivi è la più forte motivazione a continuare, rendendo questa attività un compito prezioso.
Essendo una persona molto riservata non avrei mai pensato di pubblicare cose che mi riguardano personalmente, o di raccontare particolari significativi della mia vita privata. D'altro canto, una cosa mi ha fatto maturare la decisione di doverlo fare. La perdita di mio padre.
La scomparsa di una persona cara, il venir meno di un fondamentale punto di riferimento all'interno della propria vita, cambia il modo di vedere le cose, rende le persone vulnerabili, affievolisce le proprie capacità. L'assenza di dialogo o di vitali abitudini ha determinato non solo tristezza e disorientamento, ma anche una sensibile paura, quella di smarrire l'unica cosa che mi era rimasta: i ricordi.
Perciò, come promemoria da consultare nel futuro, ho creato un blog che contenesse tutto ciò che mio padre mi aveva insegnato, tutte le sue passioni, i suoi vizi, le sue regole, che lo rendevano ai miei occhi una grande icona di stile.
Ho detto fra me e me: "Come farò a raccontare ai miei figli chi era il loro nonno e in che modo riuscirò a ricordare tutto in modo che possano comprendere la singolare natura della sua eclettica personalità?"
Pagina per pagina, sto costruendo un mondo moderno, che richiama scene del passato attraverso un collage di ricordi; e ogni volta che lo faccio la nostalgia sembra essere sempre più lontana. 
È come vedere davanti a me tutti quei dettagli che amavo osservare e che mi hanno introdotto sin da bambina nel mondo dell'arte, dello stile, della moda, della bellezza. 
Oggi, grazie a questi temi-chiave, posso rimettermi in gioco, discutere e condividere con i miei lettori ogni argomento, con la tranquillità di avere ancora accanto l'importante presenza di mio padre, in modo che la sua eleganza, celebrata su "Daddy's neatness" rimanga inalterata nel tempo. 
Da questo sentimento, si dipana poi tutto il contenuto del blog, che altro non è che la maturazione e l'evoluzione della mia vita raccontata attraverso piccole cose: giornate, viaggi, progetti, particolari che pubblico ogni volta che mi è possibile. 
Questa è la prova di come la volontà e la creatività possa farci riconsiderare le cose e mostrarcele sotto una prospettiva diversa: fare di un evento difficile della propria vita, l'occasione per ricostruire, più solida di prima, una dimora per i nostri ricordi. 
Sarò grata a chiunque deciderà di sostenermi.



PER VOTARE APRITE SUL SEGUENTE LINK E CLICCATE SUL CUORE:

http://blogger.grazia.it/blogger?id=491

Comments

  1. Hai scritto una bella presentazione, sentita e di cuore.
    Come saprai anch'io partecipo allo stesso concorso. Non ti preoccupare Grazia dice che non sceglierà solo in base ai voti, ma alla qualità dei vari blog. In bocca al lupo allora. Ciao

    ReplyDelete
  2. Ma non trovo il cuoricino dove cliccare....

    ReplyDelete
  3. bravissima. ti voto. oggi e domani e fino a quando non ci darai lo "stop alle telefonate"

    http://nonsidicepiacere.blogspot.it

    ReplyDelete
  4. Ciao Benedetta! Hai certamente il mio voto! Non riesco ancora a visualizzare il tuo profilo per dartelo! Fammi sapere! Un bacio!

    ReplyDelete
  5. ci sei anche tu? allora sono in buona compagnia, non ti avevo vista, corro a votarti...baci

    ReplyDelete
  6. Ciao Cara, grazie per il mio commento da me!! ora ti seguo e ti ho votata anche su grazie.. ti aspetto ancora da me ;)

    _MakeUpDolls_

    ReplyDelete
  7. Ciao Benedetta! Appena fatto! Che carina l'immagine che hai scelto! Un bacio e buona serata!:*

    ReplyDelete
  8. Hi dear, thanks for stopping by my blog, hope you have a wonderful weekend

    ReplyDelete
  9. ciao! vado a votarti!!!

    New Post!
    Anthea

    ReplyDelete
  10. eh sì...sembra di essere proprio nel bel mezzo di una campagna elettorale tra bloggers!

    ReplyDelete
  11. colpita e commossa dalle tue parole ti do il mio voto e ti rincuoro dicendoti che il tuo bel gesto ha reso tuo padre molto orgoglioso di te. tanta fortuna!

    ReplyDelete
  12. grazie! x

    aw, buona fortuna per il concorso! :)
    bisous x

    ReplyDelete
  13. fatto!! stai andando alla grande!!!

    http://nonsidicepiacere.blogspot.it/

    p.s. se vuoi io "gareggio" nella categoria "lifestyle"

    ReplyDelete
  14. Ma che bella presentazione :)
    baci
    http://thefashiondiet2.blogspot.com/2012/12/my-insta-week-13.html

    ReplyDelete
  15. Oh that's really cool! I really like your blog! It would be nice if you could stop by my blog sometime too (I'm from England) as I post my outfits, likes and more :) :)

    www.raindropsofsapphire.com

    ReplyDelete
  16. Scusa il ritardo carissima ma vado subito a votarti e apprezzo molto il tuo blog proprio per tutto quello che hai scritto!

    ReplyDelete
  17. Ciao, ti ho scoperta proprio tramite la pagina di Grazia.it :)
    Ti ho votata! un grande in bocca al lupo per questa avventura ;)

    Se ti va passa da me per un saluto :)
    Un bacio, Elly

    ReplyDelete

Post a Comment

Popular posts from this blog

What to cook today... Muffin!

Sono profumatissimi, bellissimi, morbidissimi, una delle migliori invenzioni culinarie di tutti i tempi. Dopo averli mangiati a sazietà in ogni Starbucks Coffee d'Euoropa e d'oltreoceano, ne sento una forte mancanza...Per non dire astinenza... In Italia è difficile trovarne di freschi, quelli confezionati hanno un sapore completamente diverso, quindi sarà meglio rimboccarsi le maniche per assaporarli di nuovo. All'opera!

Hermès for Vans

Vero o no? Frutto di una singolare collaborazione o di fantasia? Smettete di sognare, perchè la realizzazione di queste ingegnose scarpe è purtroppo legata al capriccio di uno stylist, Robert Verdi, che le ha realizzate utilizzando foulard e cravatte vintage della celebre maison francese. Le Vans che potete ammirare in foto sono delle creazioni customizzate, come si usa dire in gergo modereccio ovvero riadattate ad un altro marchio. Il risultato è entusiasmante: delle scarpe comode e leggere che conservano lo stile Hermès e insieme tutta l'energia dei suoi colori e dei suoi eclettici carré. Per il momento quindi dovremo rinuciarci...

Summer trends - New ethnic

Assaporate bene il gusto dell'estate, grazie al calore delle nuances che arricchiscono i pezzi cult della corrente stagione, ispirati ai capi tradizionali delle più affascinanti culture. Geometrie  variopinte, fantasie sovrapposte, frange, dettagli crochet e  tessuti rigidi, ma freschi, sono le caratteristiche chiave di questo meraviglioso trend. Che siano trapunti o stampati, i nuovi capi etnici vengono reinterpretati nei modi più fantasiosi, creando un notevole gioco di contrasti. Le stampe simbolo delle tribù africane e le righe multicolor dei costumi messicani si mescolano fra loro per dar vita a nuove illusioni ottiche di grande effetto. Le borse hanno un'aria vissuta, quasi vintage, incorniciate da cuoio e frange, mentre le calzature diventano flats con pietre dure o sandali dai tacchi ricamati. Ma la novità assoluta è rappresentata dalla tipologia di abito, apparentemente in contrapposizione con questo stile, ovvero l'utilizzo di capi più formali o grintosi, come b…