Thursday, January 23, 2014

Painting of the week - Ofelia



Questa idea mi balenava in testa da molto tempo, così per rimanere in linea con gli obiettivi di condivisione e memoria di chi fosse mio padre, ovvero i più importanti che il mio blog si propone, ho finalmente deciso di fare partire una nuova rubrica all'interno di Daddy's neatness: Paint of the week, grazie alla quale conosceremo insieme alcuni fra i dipinti più interessanti anche se non particolarmente famosi, appartenenti a diversi periodi storici, dal rinascimento sino ai giorni nostri. In questa sentitissima iniziativa, sono lieta di compartecipare il mio caro fratello Mario, che mi assisterà nell'esposizione e nella critica di queste splendide opere d'arte. Essendo una passione comune, crediamo che essa possa essere un piacevole diversivo per offrirvi ogni settimana un momento profondo e pacato, attraverso la riflessione e l'osservazione di soggetti unici e interessanti dai quali distillare un assaggio di pura bellezza.

L'opera che vi presentiamo quest'oggi è Ofelia, un dipinto che risale al 1851 del pittore inglese Jhon Everett Millais, esponente del movimento pittorico dei preraffaelliti e celebre illustratore dell'età vittoriana.
Sentendo la forte influenza romantica, egli rappresenta nel suo capolavoro la figura di Ofelia - celebre personaggio dell'Amleto di Shakespeare - distesa nelle acque con un realismo nuovo, affascinante, con una cura maniacalmente scientifica delle piante degne di uno studio umanistico degli esemplari, riuscendo a conferire calma e serenità ad un soggetto così drammatico proprio nel momento precedente alla morte, in cui la fanciulla continua a cantare nonostante stia cominciando ad annegare. Colpiscono l’ambientazione e la resa realistica della fanciulla quanto l’impatto emotivo che suscita la visione dell’opera, tanto da giustificare la valutazione del dipinto che supera i 30.000.000 di sterline.


This idea flashed in my mind for a long time, so to keep in line with the objectives of sharing and memory of who my father was, the most important aims for my blog, I finally decided to start a new Daddy's neatness rubric: Paint of the week, thanks to which we'll know some of the most interesting paintings not particularly famous, belonging to different historical periods, from the Renaissance to the present day. In this initiative, I'm pleased to be associated my dear brother Mario, who will assist me in the exposition and critique of these beautiful artworks. Being a common passion, we believe that it can be a nice diversion to offer you every week a deep and calm moment, through reflection and observation of unique and interesting subjects from which to distill a taste of pure beauty.

The work that we present today is Ophelia, a painting that dates back to 1851, by the English painter Sir. John Everett Millais, a member of the Pre-Raphaelite painting movement and famed illustrator of the Victorian age.
Feeling the strong romantic influence, he represents in his masterpiece, the figure of Ophelia - famous character in Shakespeare's Hamlet - lying in the water with a new realism, charming, with a maniacally scientific care of the plants worthy of a humanistic study of the specimens, managing to give calmness and serenity to a dramatic subject, just at the moment before death, in which the girl continues to sing even though she's starting to drown. It affect the setting and the realistic rendering of the girl as the emotional impact that raises the vision of the work, so as to justify the assessment of the painting that exceeds 30,000,000 pounds.

Pin It!

37 comments:

  1. Adoro questa Ofelia di Millais, mi ha ispirato molti racconti e i piccoli corsi d'acqua erbosi me la rammentano sempre...
    Amo in genere la pittura preraffaellita, e infatti una delle cose che ho visitato con più piacere a Londra è stata la tate gallery..

    ReplyDelete
    Replies
    1. Cara Serena, ci avrei scommesso! Sapevo che l'avresti apprezzata! ;)

      Delete
    2. ma lo sai che è la mia preferita in assoluto? non lo paleso in genere perché parlo di altro ma ADORO!
      www.mariezamboli.com
      NEW GIVEAWAY ON MY BLOG

      Delete
  2. Che meraviglia, ottima idea!!! Ed hai cominciato proprio con uno dei miei quadri preferiti che ha ispirato anche un romanzo. ;)
    lillyslfestyle.wordpress.com

    ReplyDelete
  3. che bella idea, complimenti! la leggerò con molto piacere

    ReplyDelete
  4. Questa idea di far conoscere quadri non molto famosi, ma che meritano è veramente molto bella.

    ReplyDelete
  5. Mi piace questa nuova rubrica, stupendo questo dipinto!
    Alessandra
    www.alessandrastyle.com

    ReplyDelete
  6. Adoro questa nuova rubrica la seguirò ogni settimana con piacere, sono molto contenta che come primo tu abbia scelto proprio il dipinto Ofelia che a me piace molto!!

    ReplyDelete
  7. Conoscevo questo quadro e www la nuova rubrica mi interessa molto

    ReplyDelete
  8. Bellissima questa nuova rubrica, adoro l'arte ;) la seguirò con piacere! Pescaralovesfashion.com

    ReplyDelete
  9. beh molto interessante questa rubrica :)
    L'arte è un po' sottovalutata, è giusto che se ne parli :)
    GlamObserver

    Bloglovin’

    ReplyDelete
  10. Innanzitutto complimenti per l'idea stupenda, chapeau. E' bene anche che qualcuno pensi ad innalzare il livello culturale dei fashion blog, per dire che non siamo solo delle stupide oche che giocano con trucchi e vestiti. Per quanto riguarda il quadro, beh, non è tra i movimenti che preferisco ma è così drammaticamente perfetto che quasi risulta essere commovente. Quell'attimo prima della morte che noi vediamo in un dipinto, il pittore ha impiegato chissà quanto per dipingerlo...non è come una fotografia. Vediamo l'istantanea di un genio che ha dipinto per mesi un attimo drammaticamente emozionante. Bellissimo.
    Nunzia ♡ ENTROPHIA.IT

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sono molto felice che l'idea ti sia piaciuta.
      In effetti l'impegno che un pittore impiegava nella realizzazione di un capolavoro di tale livello era pressocchè totale. I dipinti di Millais erano stupendi, ma in questo egli riusci a raggiungere una perfezione mai avvicinata prima. Per completarlo e osservare i fiori e le piante da vicino - che sono minuziosamente riportate assieme al loro profondo significato simbolico (come le margherite, il salice e l'ortica che rappresentano l'innocenza e le olmarie e il papavero, emblema di morte e vanità) - egli si trasferì in campagna per diversi anni e impiegò quasi un trentennio per il completamento dell'opera. Si può dire che ne fosse ossessionato. Ma non è raro che gli artisti impiegassero tanto tempo nella realizzazione di un'opera a loro particolarmente cara, ovvero quella perfetta lungo il corso della propria vita, anche se quasi mai, riuscivano a riconoscerla come tale.

      Delete
  11. Bellissima idea e bellissimo dipinto, sicuramente il mio preraffaelita preferito. Un bacio

    ReplyDelete
  12. Si respira bellezza a vedere questo capolavoro...e poi, tanto per cambiare, mi viene in mente l'ultima collezione di Valentino sfilata a Parigi! Un bacione e buon fine settimana.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Brava Sonia, vedi come arte e moda possono andare di pari passo?
      Un bacione! ;D

      Delete
  13. ci tengo a farti i miei complimenti per questa tua idea, brava!

    Federica

    ReplyDelete
  14. Uno dei miei dipinti preferiti di sempre, fin dai tempi del liceo... Buon finesettimana cara!!! <3

    ReplyDelete
  15. Hi dear!! I've just discovered your blog :)
    This is an amazing post, it is so cool :)
    Come and give your opinion about my new post "A different day"
    http://peaceinmyshoes.blogspot.com/

    ReplyDelete
  16. Mi piace l'idea di questa rubrica, una ventata di aria fresca per chi di solito sbircia quasi solo fashion blog :)
    Ricordo questo quadro dal liceo, non è uno dei miei preferiti ma merita comunque di essere visto!

    ReplyDelete
  17. Ciao Benedetta, complimenti per l'idea di questa rubrica, a te ed a tuo fratello, la seguirò con molto interesse. Il dipinto è stupendo, le prime cose che mi sembra di percepire sono il movimento dell'acqua ed il suono della sua voce, incredibilmente realistico. Un bacione!:*

    ReplyDelete
  18. Io adoro questo dipinto di Ophelia, lo trovo molto suggestivo ed intrigante!

    Ti aspetto sul mio blog con un nuovo post!

    Silvia

    http://thebluelighteyes.wordpress.com/2014/01/24/stefania-p-creations-2/

    http://thebluelighteyes.wordpress.com/

    ReplyDelete
  19. Una rubrica davvero interessante!io da amante dell'arte non posso che apprezzare questo quadro, davvero uno spettacolo per gli occhi!
    baci :)

    ReplyDelete
  20. Ma che splendida idea questa rubrica! Il tuo blog è sempre pieno di sorprese :)

    www.rougeandchocolate.com

    ReplyDelete
  21. Io sono da sempre, un'apprezzatrice dell'arte soprattutto pittorica e devo dire che non potevi creare rubrica migliore, la seguirò con molta curiosità!!
    baci

    ReplyDelete
  22. un' idea davvero stupenda! finalmente un po' di cultura!
    Cri
    www.2fashionsisters.com

    ReplyDelete
  23. Bella la rubrica che seguirò con piacere e bello il primo post : mi ha sempre affascinato molto la figura di Ofelia =)

    Bisous ♡
    BecomingTrendy

    ReplyDelete
  24. Adoro questo quadro e l'idea di presentarne uno a settimana in una rubrica interamente dedicata mi sembra davvero bella e innovativa, brava :)

    www.stylosophique.com

    ReplyDelete
  25. It is a very good initiative. I don't think that a fashion blogger is an uneducated. girl-woman. In contrast, the sensitivity for beauty and the creation of a personal style and univers, bron in inner wealth. I've always had a weakness for the pictures that... with the calm of the image reflect a profound tragedy..

    http://melange-boutique.blogspot.com.es/

    ReplyDelete
  26. Ma che bell'idea che hai avuto :) Finalmente si può leggere qualcosa di diverso dalle solite cose diciamo mmh, frivole :)
    Conosco questo quadro ma non ho mai approfondito la sua storia,mi ha fatto piacere leggerla!

    ReplyDelete
  27. Uno dei miei dipinti preferite ever!

    ReplyDelete
  28. adoro la pittura prerafaelita, e credo che questa idea di inserira una rubrica che parla anche di arte sia un modo fantastico per sensibilizzare il pubblico che segue il tuo blog al mondo dell'arte che è sensazionale. <3

    ReplyDelete
  29. Davvero una bella idea, specie per le opere meno conosciute ma che meritano...io per esempio amavo la storia dell'arte al liceo, ma quest'opera non la conoscevo! Bellissima!

    Mina, The Style Fever

    ReplyDelete
  30. This painting looks wonderful.

    ReplyDelete

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...