Tweed jacket

Ricordo ancora il giorno in cui comprai questa giacca da Zara, molti anni fa: ero ancora una studentessa e mettevo da parte i soldi solo per comprare scarpe vestiti. 

Il suo taglio era così Inglese e classico e la fantasia rispecchiava molto il mio gusto personale.
Questo è uno di quei capi che non toglieresti mai dal tuo guardaroba perché sempre attuale e reinterpretabile in mille modi diversi.
La stampa pied-de-poule e i dettagli dei bottoni e della martingala la rendono più particolare se pur sobria. Ho voluto abbinarci i miei amati ankle boots di Kurt Geiger, anch’essi provenienti dallo shopping londinese e la mini Alexa che conclude la “serie anglosassone”.
Credo che lo stile inglese, dapprima ignorato da molti, abbia riscosso un grande successo negli ultimi anni, tanto da convertire numerose persone all’utilizzo di capi dalla linea sartoriale e scarpe sottili ed essenziali, con suola in cuoio, come le derby o le slippers, che personalmente ho sempre amato, ma che i miei amici hanno sempre definito “troppo maschili” o “da signora”. E’ incredibile come le persone si lascino influenzare dalla moda rimettendo in discussione il proprio stile e le proprie idee… Ma in tal caso, ben venga! ;D

 

I still remember the day I bought this Zara jacket, many years ago I was still a student and put aside money just to buy shoes clothes :).
His English cut and classic style fantasy reflected my personal taste.
This is one of those items who don’t remove from your wardrobe because it’s always present and reinterpretable in a thousand different ways.
The pied-de – poule print and buttons details and Martingale make it more particular even if sober. I wanted to match it with it my beloved Kurt Geiger ankle boots, also coming from London shopping and the mini Alexa that concludes the ” Anglo-Saxon series .”
I think English style, at first ignored by many, has been a great success in recent years, so many people want to convert to the use of tailored garments and thin shoes from basic line, with leather soles as the derby or slippers, which I personally loved, but my friends have always called it ” too masculine ” or ” ma’am .” It ‘s amazing how people allow themselves to be swayed by fashion questioning their own style and their ideas … But in this case , so be it ! ;D

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I wear:
Zara tweed jacket
Ray-Ban clubmaster sunglasses
H&M pull
H&M jeans
Kurt Geiger Strike ankle boots
Mulberry mini Alexa bag

60 pensieri su “Tweed jacket

  1. Giulia Pergolati dice:

    Possibile che io adori tutto in questo outfit? Non dirlo a me comunque: porto le stringate da uomo dal 2007 – anno in cui ero ancora una studentessa di liceo, ti lascio solo immaginare i commenti dei miei compagni in airmax… – ma sono felice che finalmente si sia rivalutato lo stile inglese, perché alcuni pezzi chiave del look made in England sono favolosi. Dovrebbero essere in tutti gli armadi! 😀

  2. Lilli dice:

    Ciao Benedetta, hai totalmente ragione, me ne accorgo anche io tramite il blog di come le persone si lascino influenzare dalle mode e tendenze (me compresa) mettendo in discussione le proprie idee e stile. La giacchina è molto bella ed è ancor più speciale per il ricordo a cui sei legata. Sei bellissima con questi colori, mi piacciono tanto anche gli stivaletti e la borsa. Un abbraccio :*

  3. Oriana Campanella dice:

    Devo ammettere che anch'io a volte mi lascio trascinare dalle mode del momento, indossando capi che prima avevo ignorato. In ogni caso non seguo la moda ad ogni costo se mi rendo conto che un determinato stile non fa proprio per me… Riguardo al tuo outfit, mi piace molto il mix dei capi e dei colori, e la tua giacca è proprio carina!
    Buon weekend
    Oriana

    http://www.stylexis.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *