Skip to main content

Painting of the week: The nightmare


Ancora una volta protagonista della rubrica, un'opera costruita sull'inquietudine umana, che questa volta esplora una nuova sconosciuta dimensione: quella della del sogno.
E' Jhoann Heinrich Fussli, pittore romantico svizzero che nel 1781, con il suo celebre "Incubo" introduce la pittura, ad un nuovo straordinario e misterioso mondo, in cui terrore ed illusione fanno da protagonisti.
Il soggetto principale, una donna distesa in una posa quasi innaturale, giace sul letto pallida, in preda ad un'eloquente smorfia di sofferenza e terrore. Il suo fiato sembra essersi fermato, tanta è la paura e lo sconvolgimento nel sonno. Sul suo ventre, una creatura orrenda, forse personificazione del suo stesso incubo, siede pesantemente, a voler sottolineare il carico della sua presenza. In secondo piano, sullo sfondo, si delinea la presenza di una cavalla che emerge dalle tende, portatrice dell'incubo, ad enfatizzare la composizione teatrale del dipinto, che si percepisce esattamente come la visione di una scena melodrammatica, arricchita da particolari arcani ed enigmatici. Le luci e i bagliori in effetti, ricordano quelle di atto, in cui soggetti e dettagli sono illuminati a seconda della volontà dell'autore del dipinto, che ne diviene a questo punto regista supremo.
Il protendersi della donna e l'esasperazione delle linee che incorniciano e disegnano il contenuto dell'opera si basano su un effetto di intenzionale dinamismo che Fussli trasmette alla tela e che rimandano facilmente alla tradizione gotica.
Il tema folcloristico del "Nightmare" riprende invece la tradizione anglosassone del demone noto per soffocare le sue vittime durante il sonno. Un'immagine cruenta, che concerne la sfera dell'inconscio, all'interno della quale l'individuo, rimane inesorabilmente inerme.


Once again, the protagonist of my art rubric, a work built on human anxiety , this time exploring a new unknown dimension: that of the dream.
It was Jhoann Henry Fussli , a Swiss Romantic painter who in 1781 , with its famous " Nightmare " introduced the painting to a new remarkable and mysterious world, where terror and illlusion are protagonists.
The main subject, a woman lying in a almost unnaturally pose, pale lying on the bed , in the throes of an eloquent grimace of pain and terror. Her breath seems to have stopped, so great is the fear and disruption in sleep. On her belly, a hideous creature, perhaps the personification of her own nightmare, sits heavily, to underline the burden of his presence. In the background, outlining the presence of a mare that emerges from the curtain, the bearer of nightmare, to emphasize the theatrical composition of the painting that is felt exactly like watching a melodramatic scene, enhanced by arcane and enigmatic particulars. The lights and glows in fact, recalls that of a theatrical act, where people and details are illuminated according to the intentions of the author of the painting, which becomes its supreme director.
The straining of the woman and the exasperation of the lines that frame and draw the contents of the work are based on an effect of intentional dynamism that Fussli transmits to the canvas and easily refers to the Gothic tradition.
The theme of " Nightmare" folklore takes instead the Anglo-Saxon tradition of the demon known to choke his victims during sleep. Gory picture, that concerns the sphere of the unconscious, in which the individual remains inexorably helpless.

Comments

  1. Questo quadro trasmette davvero l'angoscia che a volte certi incubi ci fanno provare!
    Fabrizia – Cosa Mi Metto???

    ReplyDelete
  2. Adoro questo dipinto, sono un'appassionata d'arte!
    Giulia
    www.thefashionmamas.com

    ReplyDelete
  3. Bellissimo e molto "intenso" questo dipinto!
    Stuoendo il gioco di luci ed i contrasti cromatici! :D
    Baci!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it/

    ReplyDelete
  4. Davvero bellissima questa opera d'arte, ma mette un po' d'angoscia.. spero non avere gli incubi ;)
    Daniela - The Fashion Kaos

    ReplyDelete
  5. ciao penso che sia il peso dei nostri pensieri notturni durante il sonno, penso che l'autore volesse esprimere quello che tutti noi sappiamo bene, durante la notte, durante il momento in cui siamo più vulnerabili perché non possiamo reagire i nostri incubi risorgono e pesano su di noi.... tu non pensi??

    ELIZABETH BAILEY BLOG

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ottima analisi Elisabetta, sei scritturata per la rubrica! ;D
      Un bacione!

      Delete
  6. Ciao Benedetta, è un quadro sì inquietante ma anche molto bello ed ipnotico. La prima cosa che noto, da semplice "profana" della materia, aldilà del senso di paura e terrore della donna, è la sua pesantezza, per me maggiore rispetto a quella della creatura, che mi trasmette al contrario movimento, l'unico del dipinto. Buonanotte, un bacione <3

    ReplyDelete
    Replies
    1. E' splendido notare come un dipinto possa tirar fuori da ognuno di voi qualcosa di affascinantemente differente. Mi piacciono le vostre considerazioni e le trovo tute valide e probabilissime. Avete un occhio molto attento! :)

      Delete
  7. Mette ansia, tantissima ansia ma è stupendo!
    Un nuovo outfit ti aspetta sul mio blog!
    Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi! :)
    Un bacione,
    Eleonora
    www.it-girl.it
    It-Girl Facebook page

    ReplyDelete
  8. Se l obiettivo di questo quadro era trasmettere angoscia ci riesce alla perfezione quindi non posso dire che:perfetto!
    Un bacio

    NEW POST

    www.angelswearheels.com

    ReplyDelete
  9. I have always been fascinated with this painting, it is really masterfully done. The way the colours and the light are captured the painting itself seems to be lingering between this material world and that one beyond.

    In Slavic tradition, we have many legends about spirits that torment their victims in sleep. Sometimes they're called mora, sometimes mor...and sometimes these creatures comes in a shape of a donkey demon(which doesn't seem scary to me at all) called orko.

    ReplyDelete
  10. a me tira fuori un po' di ansiaaa

    ReplyDelete
    Replies
    1. Infatti lo scopo dell'autore è assolutamente quello! :P

      Delete
  11. le tue rubriche sono sempre molto interessanti, anche se l'opera non è tra le mie preferite per corrente artistica. :-)

    ReplyDelete
  12. conoscevo la storia del nightmare, mi mancava però questo quadro che è abbastanza inquietante e ricco di pathos, però bello!
    bacioni
    http://laviecestchic.blogspot.it

    ReplyDelete
  13. conoscevo la storia del nightmare, mi mancava però questo quadro che è abbastanza inquietante e ricco di pathos, però bello!
    bacioni
    http://laviecestchic.blogspot.it

    ReplyDelete
  14. Bellissimo dipinto, grazie per il commento. E' se,pre bello scoprire qualcosa di nuovo.

    ReplyDelete
  15. Spettacolo questo dipinto! io amo l'arte!
    bacii

    ReplyDelete
  16. Favoloso! mette molta ansia veramente!

    ReplyDelete
  17. Avevo studiato questo dipinto a Storia dell'Arte, stupendo!
    Molto interessante e ben scritta la descrizione, grazie per questa rubrica! :)

    ReplyDelete
  18. Inquietante sì, ma non solo :) Mi piace molto com'è stata dipinta la donna..tra l'altro in una posizione sensuale!

    ReplyDelete
  19. Concordo con chi ha detto che è inquietante, ma ricco di pathos! Non conoscevo quest'opera, ma mi piace lo stile, mi ricorda un po' Caravaggio...

    Mina, dal blog The Style Fever :)

    ReplyDelete

Post a Comment

Popular posts from this blog

What to cook today... Muffin!

Sono profumatissimi, bellissimi, morbidissimi, una delle migliori invenzioni culinarie di tutti i tempi. Dopo averli mangiati a sazietà in ogni Starbucks Coffee d'Euoropa e d'oltreoceano, ne sento una forte mancanza...Per non dire astinenza... In Italia è difficile trovarne di freschi, quelli confezionati hanno un sapore completamente diverso, quindi sarà meglio rimboccarsi le maniche per assaporarli di nuovo. All'opera!

Hermès for Vans

Vero o no? Frutto di una singolare collaborazione o di fantasia? Smettete di sognare, perchè la realizzazione di queste ingegnose scarpe è purtroppo legata al capriccio di uno stylist, Robert Verdi, che le ha realizzate utilizzando foulard e cravatte vintage della celebre maison francese. Le Vans che potete ammirare in foto sono delle creazioni customizzate, come si usa dire in gergo modereccio ovvero riadattate ad un altro marchio. Il risultato è entusiasmante: delle scarpe comode e leggere che conservano lo stile Hermès e insieme tutta l'energia dei suoi colori e dei suoi eclettici carré. Per il momento quindi dovremo rinuciarci...

Summer trends - New ethnic

Assaporate bene il gusto dell'estate, grazie al calore delle nuances che arricchiscono i pezzi cult della corrente stagione, ispirati ai capi tradizionali delle più affascinanti culture. Geometrie  variopinte, fantasie sovrapposte, frange, dettagli crochet e  tessuti rigidi, ma freschi, sono le caratteristiche chiave di questo meraviglioso trend. Che siano trapunti o stampati, i nuovi capi etnici vengono reinterpretati nei modi più fantasiosi, creando un notevole gioco di contrasti. Le stampe simbolo delle tribù africane e le righe multicolor dei costumi messicani si mescolano fra loro per dar vita a nuove illusioni ottiche di grande effetto. Le borse hanno un'aria vissuta, quasi vintage, incorniciate da cuoio e frange, mentre le calzature diventano flats con pietre dure o sandali dai tacchi ricamati. Ma la novità assoluta è rappresentata dalla tipologia di abito, apparentemente in contrapposizione con questo stile, ovvero l'utilizzo di capi più formali o grintosi, come b…