Dana Bassotta

 

Nasce come una fiaba nostalgica e sentimentale, l’idea di questa talentuosa designer, che, passeggiando tra le suggestive vie del quartiere parigino di Montmartre insieme al fedele amico a quattro zampe, il suo bassotto Rex, riceve una preziosa illuminazione: mentre si aggira intorno al regno dei tessuti di Le Marché Saint Pierre, con i suoi variopinti e caotici negozi di nastri, stoffe e bottoni, Dana incontra l’ispirazione più pura e decide di voler creare qualcosa di speciale, utilizzando la magia e il fascino di quei magnifici colori.
Inizia col realizzare così i primi modelli di papillon-collana da donna, pezzi unici ed originalissimi, che interpretano un classico senza tempo in versione femminile e con nuovi interessanti accorgimenti. Nello stesso inverno poi, si trasferisce a Roma, dove partecipe dell’influenza della tradizione italiana e attenta alle esigenze dei tanti uomini così legati all’eleganza ed alla ricercatezza nei dettagli, decide di realizzare il modello maschile del papillon, che avrà una sorprendente risposta positiva tra i giovani e gli appassionati di moda.
E’ questa in poche parole la storia di questo giovane marchio, Dana Bassotta, innovativo e che basa la sua forza nell’utilizzo di materiali di alta qualità e nell’artigianato, che è poi l’emblema di questa romantica storia.

It began as a nostalgic and sentimental fairy tale, the idea of this talented designer, who, walking through the charming streets of Montmartre Parisienne area with her faithful friend, her cute dachshund Rex, she receives a valuable flash of inspiration: while around to the realm of Le Marché Saint Pierre tissues, with its colorful and chaotic stores tapes, fabrics and buttons, Dana meets purest inspiration and she decides to create something special, using the magic and charm of those magnificent colors.
So she start to achieve the first models of bow-tie necklace, unique and very original, which interpret a timeless classic in women’s version with new and interesting improvements. That same winter then, she moved to Rome, where participant of the influence with Italian tradition and attentive to the needs of the many men attentive to style details, she decided to make the male version of the bow tie, which will have a surprising success among young and fashion enthusiasts.
This is in a few words the story of this young brand, Dana Bassotta innovative and which bases its strength in the use of high quality materials and craftsmanship, which is also the emblem of this romantic story.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I wear:
Dana Bassotta “winter fruits” bow tie
Vintage corset shirt and silk skirt
Louis Vuitton Alma BB pistache epi
Tory Burch imogene heelsFor him:
Dana Bassotta “Robin Hood” bow tie 
Ray-ban sunglasses

 

 

40 pensieri su “Dana Bassotta

  1. Lilli dice:

    Non conoscevo questo marchio, hai ragione la sua storia è molto bella e romantica. Mi piace il papillon-collana che indossi, sei carinissima, mi hai fatto pensare alla protagonista di qualche favola 🙂 Un bacione e buon weekend cara Benedetta!:*

  2. Serena S. Madhouse dice:

    Ciao Benedetta!
    Davvero una bella idea quella della collana-papillon (o viceversa..), mi sono sempre piaciuti i tessuti usati per fare questi accessori tipicamente maschili, infatti un paio di volte non ho resistito e mi sono presa delle cravatte che uso come cinture.. Ma questi papillon sono dei veri gioielli! Tra l'latro, resti tra noi, al mio lui per Natale ho preso un papillon rosso di seta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *