Skip to main content

Posts

Showing posts from November, 2014

Varsity jacket

Un capo sportivo, che trova le sue origini nei college americani, quando ognuno indossava quello della squadra di appartenenza, facendo della varsity jacket un vero e proprio must. Ed è proprio così che giunge ai giorni nostri, come pezzo cult da inserire nel nostro guardaroba: confortevole, caldo e colorato, in mille nuove versioni, come quelle oversize tanto in voga nella corrente stagione. Dunque, perché non arricchirlo con un'originale personalizzazione? Grazie a Gigio Store, negozio online specializzato sulla stampa di maglie, felpe, cappelli e giubbini, potrete farlo in maniera semplice e veloce, aggiungendo un logo o lo slogan che preferite. In questo modo, diverrà ancora più personale! Io ho scelto di customizzare il mio con il logo del blog e me ne sono subito innamorata. La stampa è luminosa, vivida e di grande qualità, tanto che ne ho approfittato per creare una tutina personalizzata anche per il mio bimbo ;) E poi, si ha la possibilità di avere un capo unico personali…

Painting of the week: La donna

Può essere che io sia di parte, ma come dimostra la storia, l'Italia è stata maestra ed esempio in quasi tutte le arti, per cui spesso mi vedrete selezionare dipinti anche relativamente recenti di autori italiani, anche non troppo noti. E' il caso di Giacomo Grosso, pittore torinese nato da una famiglia di falegnami, che insegue il sogno del disegno e della pittura, abbandonando il mestiere del padre e diplomandosi all'Accademia Albertine delle Belle Arti di Torino. Egli frequenta gli ambienti artistici Europei più in voga nell'ottocento e diviene tanto abile da ricevere la commissione di dipinti reali e pontifici. Ha una spiccata propensione nel realizzare ritratti di nudo femminile, in tutta la loro naturalezza e prosperità, tanto da volerlo inserire anche in contesti poco tolleranti, specie di quei tempi; una delle sue opere più note infatti, "Supremo Convegno" desta clamore e critica: Grosso viene accusato di immoralità a causa delle donne disadorne sogg…

In my head

Nella mia testa. Un mare di progetti, pensieri, ricordi, speranze, preoccupazioni.  Ma l'impotante è che ci siano sempre e che siano da stimolo e motore perpetuo per tutte le mie attività. La vita di una mamma è frenetica, specie con due bambini, non si vuole trascurare nulla e niente, specie se si ha un carattere difficile come il mio. Odio prendere le cose alla leggera e sono molto puntigliosa. Ma ho notato che l'essere impegnate in mille cose ci rende persone migliori. Questo perchè essendo in costante movimento ci si abitua a ritmi apparentemente insostenibili, che sono in realtà fonte di continua ispirazione creando le basi per nuove esperienze e rendendoci ancora più dinamici ed operativi. Più cose si fanno e più cose si ha la capacità di fare. Una piccola parentesi personale, per un gioco di parole legato al simpatico cappellino personalizzatoche indosso, con il nome del blog. Un'idea semplice e carinissima che ho potuto realizzare grazie ad Headict , un vasto stor…

Today's character: Yasmin Sewell

Australiana di nascita, inglese di adozione, Yasmin Sewell rappresenta una grande personalità nel mondo della moda, dal carattere eclettico e deciso. Consulente di vendita e direttore creativo per diversi e prestigiosi brand, ha avuto tra i suoi clienti Liberty of London, Browns e Courtney Love per citarne qualcuno ed è un'attenta anticipatrice di tutte le tendenze.  Il suo amore per la moda nasce nel 1983, mentre osserva sua mamma confezionare un meraviglioso abito di taffetà con la sua macchina da cucire Singer.
Un lungo percorso che l'ha condotta ad occuparsi di ciò che ama, il che è reso palese a tutti, data la sua abilità ed originalità nel vestire, nel cambiare abito e mantenere inalterata la sua spontaneità e semplicità. Un personaggio davvero interessante e nuovo, da prendere come esempio sotto tutti i profili; non è un caso che il suo paese abbia voluto eleggerla Giovane Australiana dell'anno nel 2012 proprio per il suo contributo offerto al mondo della moda.

Trend Alert: Oversized sweater

Ricordate quei maglioni ampi che si portavano negli anni 80' che ci facevano sentire un po' goffi e dallo stile decisamente acerbo? Personalmente ne ho dati via in grandi quantità, conservando solo quelli più colorati e particolari, nella speranza che un giorno (molto lontano a dire il vero) sarebbero tornati di moda. Ed ecco che quel momento è arrivato. Dopo i maxi coat reintrodotti lo scorso inverno ecco che impazzano tra le passerelle i pullover oversize, ampi e dagli intrecci vistosi, caldissimi a tinta unita o lavorati con disegni divertenti e fanciulleschi. La moda li ha valorizzati utilizzandoli come capo cool da abbinare ad accessori più seri, leggins, jeans skinny, ma anche gonne plissettate e tacchi vertiginosi. Per chi invece non vuole dare troppo nell'occhio, mantenendo uno stile sobrio e comfy, eccoli perfettamente abbinati alle camicie, anch'esse oversize, che capitolano volutamente fuori ed alle oxford shoes che li rendono eleganti e ricercati. Un capo …