Skip to main content

Panini di Halloween alla curcuma e carbone vegetale

In questi giorni il web è pieno di ragnetti, pipistrelli, coltelli insanguinati, mummie e quanto di più splatter si possa immaginare! Halloween è alle porte, tutti i bimbi si preparano a festeggiare e le loro mamme si stanno ingegnando per rendere il buffet il più "mostruoso" possibile!
Ammetto che la mia generazione è ben lontana da quest'usanza, è una ricorrenza che non sento per niente mia, ma non demonizzo chi decide di aderire allo spirito di festa, soprattutto se è per far felice un bambino!
Quest'anno ho voluto in qualche modo contribuire ad arricchire la miriade di ricette a tema che si trovano nella blogsfera..e questo è stato il risultato!


TRICK or TREAT?



Dosi x8 panini:

impasto giallo
280 g di farina di tipo 1 macinata a pietra
20 g di curcuma in polvere
100 g di lievito madre attivo*
160 g di acqua 
6 g di sale fino marino
2 cucchiaini di olio e.v.o.
1 cucchiaino di miele d'acacia
impasto nero
280 g di farina di tipo 1 macinata a pietra
20 g di carbone vegetale in polvere**
100 g di lievito madre attivo*
160 g di acqua 
6 g di sale fino marino
2 cucchiaini di olio e.v.o.
1 cucchiaino di miele d'acacia

*Rinfrescato e al raddoppio. Sostituibile con 6g di lievito di birra fresco.
**Io avevo in casa le pastiglie dure acquistate in erboristeria, le ho polverizzate in un potente mixer e prelevato la dose necessaria alla ricetta. Il resta l'ho chiuso in un vasetto per future preparazioni.

Ho effettuato l'impasto in planetaria con il gancio ad uncino ma otterrete ottimi risultati anche impastando a mano. Unica accortezza MUNITEVI DI GUANTI (idonei al contatto alimentare) o vi macchierete le mani.

Consiglio di iniziare con l'impasto giallo in quanto è quello che macchia meno gli utensili e non comprometterete il risultato finale.

Sciogliere il lievito nell'acqua insieme al miele. Unire la farina setacciata con la curcuma e portare ad incordatura. Unire quindi il sale e riportare ad incordatura. Infine incorporare l'olio e continuare a lavorare fino ad ottenere un impasto omogeneo e sostenuto. Formare una palla e riporla in una ciotola. Fare lo stesso per l'impasto nero.
Coprire entrambe le ciotole con pellicola trasparente e far lievitare fino al raddoppio (io le ho messe nel forno spento con la luce accesa ed ho impiegato 3 ore).
Riprendere gli impasti e pesare per ognuno 4 pezzature da 100 g e altre 4 da circa 40 g. Stendere quelle più grandi con la pressione dei polpastrelli e ripiegare le estremità verso l'interno, quindi pirlare a pallina (per i passaggi fotografici vi rimando qui) e adagiare su una teglia rivestita di carta da forno.
Stendere anche quelle piccole aiutandosi con un mattarelllo fino ad ottenere un disco di diametro 1 cm superiore ai panini. Inumidire la superficie con un goccio d'acqua o olio ed incidere con la punta di un coltello delle linee alternate (se possedete il rullo da losanghe utilizzate quello). Rivestire i panini preparati in precedenza, alternando i colori ed aprendo leggermente i tagli.
Posizionare nuovamente sulla teglia e coprire con pellicola trasparente. Far lievitare per 1 ora in un luogo caldo (ideale il forno spento con la luce accesa).
Preriscaldare il forno a 220°C ponendo sul fondo una ciotola colma d'acqua ed infornare i panini nel ripiano intermedio. Cuocere per 15 minuti, poi abbassare la temperatura a 200°C e proseguire per altri 15 minuti.
Sfornare e far raffreddare su una gratella.



...alla prossima ricetta!

Comments

  1. So cutee!

    Please click on the link on my post
    http://helderschicplace.blogspot.com/2015/11/yellow-army.html

    ReplyDelete

Post a Comment

Popular posts from this blog

What to cook today... Muffin!

Sono profumatissimi, bellissimi, morbidissimi, una delle migliori invenzioni culinarie di tutti i tempi. Dopo averli mangiati a sazietà in ogni Starbucks Coffee d'Euoropa e d'oltreoceano, ne sento una forte mancanza...Per non dire astinenza... In Italia è difficile trovarne di freschi, quelli confezionati hanno un sapore completamente diverso, quindi sarà meglio rimboccarsi le maniche per assaporarli di nuovo. All'opera!

Hermès for Vans

Vero o no? Frutto di una singolare collaborazione o di fantasia? Smettete di sognare, perchè la realizzazione di queste ingegnose scarpe è purtroppo legata al capriccio di uno stylist, Robert Verdi, che le ha realizzate utilizzando foulard e cravatte vintage della celebre maison francese. Le Vans che potete ammirare in foto sono delle creazioni customizzate, come si usa dire in gergo modereccio ovvero riadattate ad un altro marchio. Il risultato è entusiasmante: delle scarpe comode e leggere che conservano lo stile Hermès e insieme tutta l'energia dei suoi colori e dei suoi eclettici carré. Per il momento quindi dovremo rinuciarci...

Summer trends - New ethnic

Assaporate bene il gusto dell'estate, grazie al calore delle nuances che arricchiscono i pezzi cult della corrente stagione, ispirati ai capi tradizionali delle più affascinanti culture. Geometrie  variopinte, fantasie sovrapposte, frange, dettagli crochet e  tessuti rigidi, ma freschi, sono le caratteristiche chiave di questo meraviglioso trend. Che siano trapunti o stampati, i nuovi capi etnici vengono reinterpretati nei modi più fantasiosi, creando un notevole gioco di contrasti. Le stampe simbolo delle tribù africane e le righe multicolor dei costumi messicani si mescolano fra loro per dar vita a nuove illusioni ottiche di grande effetto. Le borse hanno un'aria vissuta, quasi vintage, incorniciate da cuoio e frange, mentre le calzature diventano flats con pietre dure o sandali dai tacchi ricamati. Ma la novità assoluta è rappresentata dalla tipologia di abito, apparentemente in contrapposizione con questo stile, ovvero l'utilizzo di capi più formali o grintosi, come b…