Thursday, January 28, 2016

How to wear... Suède skirt


Non vi illudete, non è mica passata. Uno dei capi cult degli anni 70', intrufolatosi nel nostro guardaroba già a partire dalla scorsa estate è ancora attuale e ricercatissimo, meglio ancora se vintage. Gli abbinamenti, per quanto risulti strano, sono diversi e si prestano ad un'infinità di combinazioni. Cotone, seta, lurex, lana, sono solo alcuni degli esempi con cui indossare la mitica gonna trapezio in camoscio, quella classica con bottoni metallici a contrasto sul davanti. Ve ne sono tante versioni e in mille colori differenti, dal più celebre cuoio alle variopinte patchwork, sino ad arrivare all'azzurro pastello e al verdone, uno dei colori preferiti nella palette 70's.
Una gonna che non conosce stagione, perché grazie alla sua consistenza si adatta bene sia ai mesi invernali che a quelli primaverili e volendo azzardare, anche a quelli estivi.
Io la preferisco indossata assieme ad una camicia in seta con fiocco a contrasto, ma è bellissima anche con un ampio maglione o con il classico lupetto lasciatoci in eredità dallo stesso periodo.
Un dettaglio che vi consente di essere glamour in poche mosse, mantenendo comodità e stile personale. Sceglietela nel colore che più vi piace, indossandola in qualunque look, sarà davvero difficile sbagliare! ;)

Pin It!

Friday, January 22, 2016

Trend di primavera: Dalani presenta i colori di tendenza per l'interior design 2016


Anno nuovo, vita nuova. E con essa nuovi dettagli, colori, sfumature.
Voglia di cambiare e di migliorasi, di provare qualcosa di diverso, di più gratificante, anche per i nostri occhi. 
Ed è grazie a due nuove ed essenziali tonalità che avremo modo di sperimentare e adottare uno stile innovativo, nella moda, come anche all'interno dello spazio in cui viviamo.
Dalani ci suggerisce come farlo nel migliore dei modi, offrendoci tanti spunti su come utilizzare quelli che Pantone ha eletto come colori dell'anno: il Rose Quartz e il Serenity.
Una fusione alchemica che offre un'ambientazione a dir poco fiabesca, oltre che romanticissima.
Il primo, un rosa delicato, ma al contempo caldo, s'incontra magnificamente con l'equilibrato blu tendente al lilla del secondo, creando un'atmosfera di pace e relax immediata.

Pin It!

Ricetta passo-passo: Crespelle ai funghi e besciamella

Le feste sono finite e ormai siamo tutti in "modalità detox" ma vogliamo veramente rinunciare al piacere della tavola almeno alla domenica? Certo che no! 
Il ritrovarsi intorno ad una tavola, in compagnia e con del buon cibo è un modo per vivere in armonia con gli altri e gioire dei momenti più belli familiari. Quindi, per far combaciare la voglia di stare in forma senza rinunciare ai piaceri del palato, bisogna creare un'unica portata ricca e golosa che soddisfi le papille gustative e non ci privi del tradizionale pranzo della domenica!


Giusto per darvi un'idea, vi propongo questa ricetta un po' elaborata ma che vi darà grandi soddisfazioni!
...e dopo il pranzo una bella camminata all'aria aperta vi farà sentire meno in colpa!


Ingredienti x 6 persone:

x12 crêpes
250 g di farina debole*
2 uova bio
500 ml di latte p.s.
x ripieno
1 kg di funghi**
1 scalogno
20 g di burro di ottima qualità
1 cucchiaino di olio e.v.o.
1 bicchierino di grappa bianca
Pepe nero q.b.
1 pizzico di sale fino marino
x besciamella
500 ml di latte p.s.
50 g di burro di ottima qualità
50 g di farina debole*
x completare
30 g di Parmigiano Reggiano grattugiato

* Io ne ho utilizzata una macina a pietra ideale per dolci.
**Io ho utilizzato dei chiodini surgelati. Andranno bene anche degli champignons.

Per prima cosa preparare le crêpes. Versare nel bicchiere del frullatore il latte e le uova. Frullare, poi unire la farina e frullare ancora fino ad ottenere una pastella omogenea. Far riposare 30 minuti.
Scaldare una padella antiaderente e versare un mestolo di pastella alla volta. Roteare la padella per distribuirla in modo omogeneo e cuocere qualche istante fino a far dorare i bordi, girare e scaldare qualche istante anche dall'altro lato.
A mano a mano che sono pronte impilarle in un piatto.
In una capiente pentola, sciogliere il burro con l'olio. Rosolarci qualche istante lo scalogno sbucciato e tagliato al velo. Sfumare con la grappa e unire i funghi, il sale e il pepe. Mettere il coperchio e portare a cottura facendo ritirare bene il fondo di cottura.
Per ultima preparare la besciamella. Sciogliere in un pentolino il burro e tostarci la farina. Versare a filo il latte continuando a mescolare con una frusta per evitare la formazione di grumi. Portare a cottura con fiamma dolce fino ad ottenere la consistenza desiderata.
Mentre è ancora calda, scioglierci circa metà del Parmigiano.
Comporre il piatto. Sporcare una pirofila o 4-6 piccole cocotte con 2 cucchiai di besciamella. Farcire ogni crespella con 1-2 cucchiai di funghi, arrotolare e disporre ordinatamente nella pirofila o cocotte prescelta. Continuare fino ad esaurire gli ingredienti.
Versare la besciamella avanzata sopra i rotolini di crêpes e completare con il Parmigiano a pioggia.
Cuocere in forno statico a 200°C per circa 30-40 minuti (valutare i tempi di cottura in base al proprio forno e alla dimensione della pirofila).



Sfornare e servire caldo.



...alla prossima ricetta!!!

Pin It!

Thursday, January 14, 2016

Guida ai saldi invernali 2016

                                  

Come ogni anno la mia assenza dopo le feste si è prolungata troppo, ma in mia difesa posso
sbandierare una terribile ondata influenzale che ha coinvolto tutta la mia famiglia.
Bene, ora che siamo resuscitati, possiamo tornare a parlare di saldi.
Temevo che al mio tardivo rientro nella Capitale, avrei raccolto solo poche briciole, di quello che gli altri avrebbero divorato e invece, con mia grande sorpresa, non è stato così.
Anche se mi sembra molto strano infatti, devo dire che quest'anno sono riuscita a trovare in saldo tanti capi ed accessori che avevo adocchiato qualche mese fa. Dicono che ci sia aria di crisi, che la gente abbia acquistato poco anche durante le vendite promozionali. Io non so se credere o meno a queste parole, perché quando esco vedo sempre gente che compra e che gira con buste di ogni genere e sorta, quindi eviterei i vittimismi.
 Personalmente, in genere mi faccio prendere la mano, ma questa volta sono stata (almeno fino a questo punto) molto oculata, facendo acquisti ragionati ed essenziali, se così possiamo definirli.
E devo dire che mi ritengo molto soddisfatta.
Per voi ho qualche piccolo suggerimento da applicare allo shopping durante i saldi di questo periodo, perché siano utili e concentrati.

Pin It!

Tuesday, January 5, 2016

Befanini ovvero i biscotti della Befana

I Befanini sono dei biscotti della tradizione lucchese che vengono sfornati in occasione della festa del 6 gennaio. Si tratta di una semplice pasta frolla aromatizzata agli agrumi, lucidata con l'uovo e decorata con tanti zuccherini colorati. Panifici e pastifici della zona, tale è il successo di questo prodotto dolciario, lo producono addirittura tutto l'anno ed è quindi possibile gioirne in ogni stagione!



Fin da piccola me li sono ritrovati nella calza della befana e la stessa sorte è toccata al mio piccolo nipote Giulio che ne è ben lieto..anzi lascia le caramelle per gustarsi i miei biscotti! 
A casa mia è tradizione, il giorno prima, l'odore di biscotti la fa da padrone e vede me e mio marito alle prese con stesura, taglio, spennellatura e decorazione. Tutto confezionato è pronto per prendere il volo..anche quest'anno toccherà a me il tour con la scopa?!


Ingredienti x 3 teglie/circa 40-45 biscotti:

Impasto
500 g di farina di tipo 1 macinata a pietra (da dolci)
140 g di burro a pomata
100 g di zucchero di canna integrale*
2 uova bio
1 cucchiaio di grappa bianca**
Scorza di 1/2 limone bio
15 g di backing powder (o lievito per dolci)
Superficie
1 uovo bio
Zuccherini colorati q.b.

*Se vi piacciono i gusti dolci, aumentate a 120-130g. La ricetta tradizionale prevede l'utilizzo di zucchero semolato.
**Sostituibile con altro liquore a piacere.

Impasto effettuato nella planetaria con il gancio a foglia, potrete procedere anche a mano come per una normale frolla.

Sbattere il burro con lo zucchero e le zest di limone fino ad ottenere una crema omogenea. Unire le uova leggermente sbattute, la grappa e far incorporare il tutto. A parte setacciare la farina con il lievito ed aggiungere poco per volta al composto. Lavorare il tempo necessario ad ottenere un impasto compatto ed omogeneo.



Rovesciare sul piano di lavoro, formare un panetto ed avvolgerlo in pellicola da alimenti. Trasferire in frigo per 1-2 ore (meglio tutta la notte).

Acclimatare la frolla per 30 minuti a temperatura ambiente. Spolverare il piano di lavoro di farina e stenderci poco impasto alla volta con il mattarello in uno spessore di circa 5 mm e tagliare con le forme scelte (consiglio di prediligere quelle grandi perché il lievito contenuto nella frolla li farà gonfiare in cottura e si potrebbero perdere un po' i contorni).
Adagiare su teglie rivestite di carta forno, facendo attenzione a distanziarli l'uno dall'altro. 



Sbattere l'uovo con una forchetta fino a renderlo omogeneo, quindi spennellarlo sulla superficie dei biscotti in modo omogeneo. Spolverare infine con gli zuccherini.
Preriscaldare il forno in funzione ventilata a 150°C e cuocere per circa 20 minuti (valutare la funzione, la temperatura ed i tempi di cottura in base al proprio forno. Il mio prevede di poter cuocere fino a 3 teglie contemporaneamente con questo metodo).
Sfornare e far raffreddare completamente su una gratella.
Una volta freddi conservare in scatole di latta o barattoli di vetro.


...alla prossima ricetta!


Pin It!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...