Thursday, March 30, 2017

Vintage wheels - Bugatti Atlantic


Non pensiate che l'inserimento di questo capolavoro in rubrica sia un fatto del tutto scontato.
In realtà, il ricordo che mi lega a questo particolare modello, risale a quando avevo appena 5 anni, più esattamente a quando mio padre me ne regalò una in scala 1/18 di colore blu cobalto brillante, una tonalità di blu che ha avuto un tale successo da essere tutt'oggi ricordata col nome di "blu atlantique". 
Questo gioiello, prodotto nel lontano 1936 dalla casa alsaziana è da sempre considerato una delle automobili più belle di tutti i tempi, eppure non sempre incontra l'entusiasmo del senso estetico comune.
Perdonate la sfrontatezza, ma a tal proposito mi sovviene immediatamente un aforisma di mademoiselle Coco, ovvero - "Alcune persone pensano che il lusso sia il contrario della povertà. Non lo è. E' l'opposto della volgarità."
Per dirla tutta, le linee dell' Atlantic, nota anche come Type 57SC, erano assai visionarie già nell'epoca in cui il suo disegno nacque per mano di Jean Bugatti, figlio dell'autorevole fondatore italiano Ettore; eppure, la sua sinuosità, le forme perfette, raffinate ed accattivanti della 8 cilindri da 3257 centimetri cubici, sono state in grado di incantare intere generazioni di appassionati e non.
Lo stile della macchina rievoca in qualche modo quello decò legato per l'appunto al suo periodo di nascita, ma una visione più accurata di questa bellezza ne fa trasparire ogni particolarità.
Come dimenticare la sua "cresta" o spina - inizialmente progettata per la difficoltà di convogliare l'estetica dell'auto all'utilizzo di un materiale inusuale e difficile da assemblare, ovvero l'electron, di derivazione aeronautica - che partendo dal retro, divideva con intrigante perfezione il veicolo dal lunotto al parabrezza anteriore, conferendole un aspetto inequivocabilmente bello.
Un'auto singolare nella realizzazione così come nella sua unicità. La sua produzione infatti fu limitata a soli 4 esemplari. La prima prodotta fu acquistata dal milionario inglese Richard Pope prima della guerra. Successivamente, l'auto dopo diversi passaggi di proprietà fu acquistata da Ralph Lauren, che vanta la vittoria del concorso d'eleganza Villa D'Este nel 2013, riconfermando l'Atlantique come una delle auto più affascinanti di sempre.

Pin It!

Tuesday, March 21, 2017

Tecnologico ma con stile, Caseable rende vintage il tuo pc


Nell'epoca in cui la tecnologia padroneggia su ogni cosa, non è sempre semplice, per chi come me ama lo stile vintage, trovare qualcosa che corrisponda al proprio gusto personale. 
Capita spesso infatti, che chi si avvale di supporti elettronici per lavoro non faccia troppa attenzione all'estetica, trascurandola in favore della praticità; ma perché accontentarsi quando si ha la possibilità di scegliere, individuando un prodotto unico e particolare, magari ideato appositamente da un artista per assecondare lo stile di una persona fuori dal comune?
Io ho trovato questa opportunità grazie a Caseable un giovane brand con sede a Berlino e New York, che crea cover e case per pc, portatili e cellulari, avvalendosi come anticipato della preziosa collaborazione di alcuni artisti dal grande talento creativo.
Curiosando fra le molteplici proposte grafiche, ho subito individuato quelle che facevano al mio caso, fra diversi disegni dallo stile nostalgico e retrò, con un pizzico di eccentrica genialità. 
Il case che vedete in foto è adatto anche a grandi formati, come il 15" - che scelgo sempre per il mio portatile - si chiama Moon Travel ed è  stato disegnato da Eric Fan. Vi consiglio di dare un'occhiata nel catalogo perché le sue creazioni sono davvero splendide e sono perfette anche per un pensiero diverso, fuori dagli schemi.

Pin It!

Monday, February 27, 2017

Philips pensa alla bellezza maschile


Avete notato anche voi quanto negli ultimi tempi gli uomini siano diventati vanitosi?
Esatto. Lo sono anche più delle donne. Apparire sempre perfetti, curati, in ogni dettaglio è diventata un'esigenza quasi irrinunciabile.
Forse è una piccola rivincita in segno di riscatto per la propria immagine, nel tentativo di riacquistare un po' di indipendenza, a seguito del dilagante potere femminile che sembra indiscutibilmente travolgere ogni cosa. Dopo tutto, come dar loro torto?
Che al vostro fianco abbiate un narciso o un uomo in cerca di continue attenzioni, poco importa: quale regalo sarebbe più gradito se non uno che permetta ad un uomo di migliorare il proprio aspetto in maniera facile e veloce? 
A tal proposito vorrei parlarvi di un'innovativa linea di prodotti per la bellezza maschile, appositamente studiata ed elaborata da Philips - da sempre marchio leader nel settore - ed in particolare Bodygroom, una linea di depilatori maschili delicati ed utilizzabili persino sotto la doccia. 
Un ottimo compromesso tra efficacia e praticità, che risolve in pochi istanti un problema per cui una fastidiosa e come sappiamo tutti dolorosa (specie per gli uomini) seduta dall'estetista richiederebbe ulteriore tempo e risorse. 
Un pensiero utile e durevole nel tempo, per il quale il vostro compagno vi sarà di certo molto riconoscente. Ma non solo: un' idea regalo perfetta anche per il papà, dal momento che il 19 marzo si avvicina, un fratello o un amico che va spesso in palestra o che ha una vita scandita da ritmi frenetici e poco tempo per organizzarsi. 
Fare tutto da sé non è sempre semplice, ma con l'aiuto di un prodotto affidabile e professionale diventa un gioco da ragazzi! 
Siate generose ed altruiste, non pensate solo alla vostra immagine, ma anche a quella del vostro papà. Regalargli un prodotto Philips sarà proprio come prendersene cura!

Pin It!

Monday, January 23, 2017

Current obsession - Petite Malle


Anche se è intercorso un po', a dire il vero un bel po' di tempo dall'ultimo post, voglio avvisarvi del fatto che non ho mai pensato di chiudere il blog, mi sono solo presa un periodo per organizzare al meglio delle situazioni personali, che spero mi lascino finalmente tregua.
Tornando a noi, è da qualche tempo che penso di voler condividere con voi la visione di questo splendido accessorio, in realtà già presentato da Louis Vuitton nella collezione autunno inverno 2014, ma che è entrata nelle grazie del fashion system in particolare nell'ultimo anno: parliamo della Petit eMalle.
Un'enfant terrible, sicuramente, per la cura dei dettagli e non meno per il prezzo. C'è da dire che le sue forme, che evocano quelle dei bauli che resero famosa la maison francese, sono graziose e contenute, in modo da valere alla borsa il ruolo di passe-par-tout: It bag (se pur molto elitaria) per il giorno e di elegante borsa da sera. 
Un accessorio che da solo, se abbinato anche solo con un minimo di cura, vale a rendere elegante un intera mise. Un po' l'abilità che contraddistingue tutti i pezzi iconici delle case di moda di lusso, come la chanel 2.55 o la Kelly di Hermes. Una scommessa difficile, ma a mio avviso vincente, dal momento che punta sull'elogio del passato. Inoltre, le sue mille versioni, i colori più o meno vivaci e la varietà dei pellami, trasformano questo piccolo baule in miniatura, in un personale simbolo di stile. Uno scrigno di singolare valore, che non deve occuparsi di null'altro, se non di custodire la propria bellezza.

Pin It!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...